“abbraccio del linguaggio del corpo della donna”

La lettura del linguaggio del corpo degli altri e il controllo dei propri gesti ed espressioni involontari sono abilità importantissime per i giocatori di poker e imparare ad avere una “poker face” non dev’essere semplice… Davvero carino come esperimento quello di provare a leggere la faccia di un giocatore di poker 🙂

Pur essendo una reazione ovvia, comprensibile e da mantenere, sarebbe necessario anche e soprattutto comprendere  il disturbo oltre che “debellarlo”, anche per evitare la possibilità che dopo un po’ esso si ripresenti,  magari con un’altra forma.

…..e poi aggiungo……gli chiesi se è fidanzato….mi disse di no….e in particolare quel giorno non faceva altro che guardarmi e ascoltare tutto ciò che dicevo….mi sono confidata con un mio amico suo collega che lo conosce e ha detto che solitamente loro dicono di essere fidanzati sì da non avere problemi ai corsi…..e lui mi ha detto di essere solo…..e ha detto che se sono interessata devo aspettare il corso……poi ammira ciò che faccio, ciò che leggo….uno volta mentre parlavo si fece tutto rosso e guardava con aria di chi ha capito tutto quello che gli volevo dire….un’altra volta in classe mi rise in faccia tutto un tratto….non so davvero cosa pensare….

Ecco alcuni segni del linguaggio del corpo femminile che possono aiutarvi a comprendere se la ragazza che vi piace ha un interesse per voi o se c’è qualcuna che vi sta puntando senza che voi ve ne siate mai accorti.

La relazione tra dinamiche psicologiche e malattia può infatti offrire spunti interessanti per lavorare su di sé e trasformare, con l’aiuto di un professionista, quelle modalità di pensiero e  relazione che hanno contribuito ad una determinata manifestazione sintomatica.

Se una donna semplicemente si siede in un luogo pubblico e accavalla le gambe, ti assicuro che non sta mandando nessun messaggio, questi due elementi non bastano per essere un modo inconscio per chiedere un approccio, è semplicemente la maniera in cui molte donne si siedono. L’articolo ti accenna all’accavallamento delle gambe, ma non basta che una donna accavalli le gambe decifrarlo come una richiesta a te dedicata, non era seduta che parlava con te, non eravate solo voi due in quel luogo, non c’è stato uno scambio di sguardi significativo…Naturalmente se ha delle belle gambe e una gonna con lo spacco, saprà di essere almeno un pò affascinante, ma non significa che lo stia facendo con lo scopo di essere corteggiata, si sta semplicemente sedendo nella maniera più comoda per lei e si sente bene ad essere bella e al massimo il suo è un invito ad essere osservata.

Cambiando il modo di pensare e il comportamento  (cosa ovviamente faticosa ma auspicabile se nella nostra famiglia è presente una storia di malattia) i geni in questione rimarranno con grande probabilità “spenti “o silenti e noi attivando altri geni e tratti di DNA produrremo invece molecole nuove, non legate alla malattia ma ad un diverso stato di equilibrio e salute.

La maggior parte delle specie sociali ha un’organizzazione così specifica da attribuire ruoli diversi tra maschi e femmine del branco – pensate ad esempio ai leoni e alle leonesse – e questo si nota in tutte le razze dei nostri parenti più prossimi: i primati.

Le donne sono particolarmente sensibili a questi condizionamenti; spesso vengono cresciute con una serie di “regole” più o meno dichiarate ed esplicite  rispetto a ciò che è giusto o desiderabile fare e sentire: andare a scuola, trovare un lavoro, fidanzarsi, sposarsi, fare un figlio, dopo un paio di anni fare il secondo figlio, essere autonome economicamente e allo stesso tempo  occuparsi responsabilmente di casa e famiglia, non scuotere equilibri familiari, non rispondere, non urlare, non dire certe cose, non ferire certe persone, non chiedere, stare zitte per il quieto vivere e così via…

Saper leggere il linguaggio del corpo può aiutarti a sviluppare relazioni più intime, perché la comunicazione non verbale costituisce fino al 60% del contenuto delle interazioni tra due persone.[1] Per questo, essere in grado di notare i segnali che le persone inviano con il corpo e riuscire a interpretarli correttamente è una capacità molto utile. Facendo un po’ più di attenzione, puoi imparare a interpretare il linguaggio del corpo con precisione e, se farai pratica sufficiente, diventerà un’abitudine.

Le donne che non sono interessate a flirtare con te, di solito tengono le gambe incrociate e strette. In pratica, è come se lei si stesse proteggendo e stesse rifiutando eventuali rimandi sessuali. Naturalmente, ci sono delle eccezioni, ma di solito se una ragazza è attratta, spesso incrocia e “disincrocia” le gambe più volte. Anche questo è un segno che vuole farvi notare il suo fisico.

Ho cercato di fornirti quanti più consigli e suggerimenti utili su come capire segnali del corpo, i comportamenti femminili nel corteggiamento, su come capire gli sguardi delle ragazze e su come fare a capire se piaci ad una ragazza in modo che tu possa comprendere da solo il fatto che lei sia solo gentile e disponibile oppure realmente interessata.

Il viso: è la parte più espressiva del corpo, subito dopo gli occhi. Per dimostrare che si è contenti di un incontro, si invia un messaggio positivo sorridendo. Attenzione a non offrire un sorriso esagerato che può essere percepito come forzato: meglio tenere la bocca chiusa.

Anche io ho una confusione in testa per il mio Leader. Quando è in pubblico e deve parlare davanti ad un assemblea non mi guarda mai, benché mi metta a sedere nei primi posti e prendo persino appunti ( non lo faccio a posta ho sempre fatto cosi con tutti) ma se siamo soli mi parla a distanza ravvicinata e un paio di volte mi ha preso la mano. Tempo fa “circa un anno” abbiamo avuto un diverbio per idee diverse. Ricordo che mentre discutavamo animatamente lui spesso cercva di tenermi per mano. Comunque il risultato? mi ha messa completamente da parte; se prima ero molto attiva e svolgevo ogni sorta di compito, ora sono esclusa, ma ha sempre cercato il dialogo e si è dimostrato attento … più che altro vuole che io mi apra con lui. Ci ho provato ma è difficile. Anche se mentre dicevo i miei pensieri lui mi ripeteva; vedi! alla fine la pensiamo allo stesso modo. Quindi finiamo i nostri discorsi con un abbraccio. Che sento che non va bene… ma forse lo fa con tutti, mi è capitato di vederlo abbracciare molte persone. Una volta, mi ha chiamato nel suo studio, dopo tanto tempo mi aveva affidato un compito e voleva ringraziarmi. Poi ha usato una parola che io come Italiana non uso mai (forse il mio lessico è povero di sinonimi) Lui era semi seduto alla sua scivania io vicina a lui ma impiedi guardavo il mio cellulare. Mi guardò rapidamente dalla testa ai piedi e fece un breve commento su quanto fossi magra, un po stizzita gli faccio notare che anche lui non era messo bene infatti …povero gli era venuta una feblite alla gamba e camminava con le stampelle. Tornando alla parola che usò, mi fa ad un certo punto; senti, vogliamo iniziare una relazione? Io… lo guardo un po’basita e cerco comprendere il significato di quella parola, e lui scuotendo la testa aggiunge lavorativamente. Io dico di si ma non propio soddisfatta. Dopo di che mi voleva dare il solito abbraccio, ci abbracciammo ma io non lo strinsi. Al che me lo fa notare e vedo che esce dalla stanza infastidito e con fatica ( forse per via della gamba e delle stampelle) mi sono fatta intenerire così mi metto davanti a lui e lo abbraccio forte anche lui mi abbraccia e mi dice che mi vuole bene altra frase che dice a tutti. Ma appena ci stacchiamo un pochino mi viene voglia di baciargli le guance per salutarlo e andarmene… lui forse non se lo aspettava e mi guardava fisso, non sono riuscita a sostenere il suo sguardo.Ho dovuto abbassare il mio viso. Forse per l’imbarazzo ha fatto un commento sulla sua barba un po incolta, al che gli dico che apprezzo un po di barba incolta in un uomo, e lui mi fa la battuta … allora me la farò crescere più spesso. Poi è uscito lui per primo con un sorriso era la prima volta che lo vedevo sorridere (soprattutto con me non ha mai riso, anche tuttora quando mi saluta sta’ sulle sue, mai con un sorriso.) e aprendo la porta mi guarda mandandomi un bacio con lo schiocco.

Ciao Luigi, il tuo commento è molto lungo, proprio perché hai descritto minuziosamente il linguaggio e gli atteggiamenti di questa persona. C’è ben poco da interpretare, lei ti manda messaggi molto chiari, e tu… Li stai mandando a lei!

Da quel poco che racconti, forse lui è un feticista. Prima di cercare di piacergli (ammesso e non concesso che tu già piaccia a lui, anche se preferisce non confessarlo), chiediti sinceramente se un feticista rientra nei tuoi “gusti”.

Stretta di mano debole  non necessariamente è collegata ad un carattere sottomesso, spesso dipende da altri fattori come l’umore, l’appartenenza di genere, l’età, la professione (i musicisti o i chirurghi possono avere strette di mano delicate perché le mani sono il loro strumento di lavoro quindi da trattare con cautela);

mentre camminiamo mi tiene a braccetto, a volte mi spinge, per fare le trazioni a volte mi prende da dietro per i fianchi e mi aiuta a sollevarmi (è normale?), mi ha aiutata a fare lo streaching tirandomi piede e tenendomi la gamba contemporaneamente ed era in piedi di fronte a me, ci guardavamo e lui mi sembra che aveva occhi come eccitati.

Dopo avermi fornito le informazioni desiderate, mi ha detto: “ti avrò già fatto una testa così” e mi ha “salutata” con una dolcissima carezza su tutta la schiena..decisamente morbida, nonostante la sua mole.

Nel tuo caso è piuttosto chiaro che questo ragazzo ti dice le cose come stanno, non vuole una relazione seria e vuole solo la tua amicizia. Se così non fosse allora è solo uno a cui piace far soffrire le persone che lui attrae.